WHISTLEBLOWING

PROCEDURE E MODALITÀ PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITO

Cosa è il whistleblowing?

È una misura per la prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione e disciplina la protezione delle persone che segnalano violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica, di cui siano venute a conoscenza in un contesto lavorativo. Con il Decreto Legislativo n. 24/2023 è stata data attuazione alla Direttiva UE n. 1937/2019 (c.d. “Direttiva Whistleblowing”). Il Decreto Legislativo n. 24/2023 ha abrogato e modificato la normativa previgente, disciplinando con un unico provvedimento il regime di protezione dei soggetti che segnalano condotte illecite in violazione di disposizioni europee e nazionali.

Si applica anche al mondo Accademico?

Sì.

Con la Delibera ANAC n. 831 del 3 agosto 2016, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha individuato nel Direttore il Responsabile della prevenzione della corruzione per l’Accademia, cui vanno inviate le segnalazioni di fatti che configurano ipotesi di corruzione, limitatamente all’Accademia delle Belle Arti di Verona.

Come funziona?

Il personale dipendente o altri pubblici dipendenti che abbiano assistito a illeciti o ne siano venuti a conoscenza in relazione dello svolgimento della propria attività lavorativa possono inviare la segnalazione tramite il canale interno, inviando il modello allegato

  • alla casella di posta whistleblowing@accademiabelleartiverona.it
  • al Responsabile della prevenzione della corruzione, tramite il servizio postale. Nel caso in cui la segnalazione avvenga tramite servizio postale, per poter usufruire della garanzia della riservatezza è necessario che la segnalazione venga inserita in busta chiusa e che rechi all’esterno la dicitura “riservata/personale”.
  • la segnalazione potrà essere effettuata anche utilizzando il canale esterno messo a disposizione da ANAC al seguente link: https://www.anticorruzione.it/-/whistleblowing

In ogni caso è garantita, da parte dell’Amministrazione ricevente, la riservatezza dell’identità del segnalante, fatti salvi i casi in cui non è opponibile per legge.

La disciplina del whistleblowing non si applica

Alle segnalazioni legate ad un interesse di carattere personale della persona segnalante che attengono esclusivamente ai propri rapporti individuali di impiego pubblico, ovvero inerenti ai propri rapporti di impiego pubblico con le figure gerarchicamente sovraordinate; e nelle altre ipotesi di cui all’art. 1 comma 2 del Dlgs 10 marzo 2023, n. 24.

DOCUMENTI